…abbiamo visto la sua stella sorgere…(Mt 2, 2)

Sorge un uomo come sorge una stella. Non me ne rendo conto, ma è sempre un alzarsi dalla terra, un essere tratti fuori da una situazione di abbassamento.

Sorge la vita da quella nebbia che è la desolazione della morte, il putridume di questo mondo.

Spesso non ci accorgiamo del sole che sorge perché l’abitudine rende uguali tutti i giorni e scolora l’attimo nel grigiore della quotidianità.

Se non riesco a vedere come sorge una vita, come posso pretendere di ricordarmi di ri-sorgere quando la prima stella s’accenderà nel cielo segnando l’incedere del crepuscolo?

Eppure qualcuno s’accorge e vive l’umiltà del momento, il pungolo della sveglia, quella sensazione che lacera la rete del sonno accendendo il lume della sana inquietudine.

Meglio una notte insonne, a questo punto. Meglio contare le stelle del cielo ed associare ad ognuna di loro i nomi di tutte le persone che conosciamo per ricordare che la vita su questo purgatorio non è così banale come troppi la credono.

E’ l’ora di mettersi in cammino, di seguire i sentieri interrotti dell’esistenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...